La Riclassificazione del Conto Economico

Le Condizioni di Equilibrio Economico La Riclassificazione del Conto Economico

L’indagine sulle condizioni di equilibrio economico assume quale punto di partenza la riclassificazione del conto economico, che consente di indagare e comprendere il contributo delle diverse aree gestionali incui può essere scomposta l’unitaria gestione aziendale alla determinazione del risultato economico. Le riclassificazioniutilizzano la forma scalare mediante le quali è possibile ottenere risultati parziali corrispondenti alle aree gestionali.La prima area è la gestione operativa, la cui individuazione presuppone l’enucleazione dei componenti accessori, rendendo in tal modo possibile la determinazione di unprimo risultato parziale prodotto dalla gestione caratteristica o tipica dell’Ateneo, denominato margine operativo netto o reddito operativo. Tale risultato consentedi apprezzare la capacità del flusso di ricavi derivanti dalla gestione caratteristica dell’ateneo di remunerare i fornitori dei fattori produttivi e delle risorse che sonostati utilizzati per cedere l’output (didattica, ricerca e terza missione).
A tale risultato parziale si aggiunge il saldo della gestione extra-caratteristica o atipica, ottenendo un secondo risultato intermedio denominato, più ampio del precedente,denominato EBIT (Earnings Before Interest and Taxes, o Reddito prima degli oneri finanziari e delle imposte) normalizzato. L’EBIT normalizzato evita la contaminazionedei componenti di reddito sia di natura finanziaria (che attengono alla struttura finanziaria dell’azienda) sia di natura straordinaria (cioè di elementi di reddito chenon sono ripetibili in futuro), separando la gestione corrente dalle altre.
Il terzo risultato intermedio, l’EBIT integrale, è ottenuto aggiungendo al precedente risultato il saldo della gestione straordinaria. Il criterio di riclassificazione quiadottato, quindi, consente di separare la produzione del reddito (fino all’EBIT integrale) da quello della sua distribuzione. Successivamente, all’EBIT integrale sisommano i risultati della gestione finanziaria e quello derivante dalle rettifiche di valore delle attività finanziaria, ottenendo il reddito lordo o ante-imposte. Se a questosi sottraggono le imposte di competenza del periodo, si ottiene il risultato (o reddito) netto dell’esercizio. La struttura di conto economico riclassificato è illustratain Tabella 10.Dalla Tabella 11 si evince che l’Ateneo presenta un reddito operativo della gestione caratteristica negativo, in quanto i costi operativi sono maggiori dei corrispondentiricavi. Tuttavia, dal 2013 al 2014 la perdita operativa si riduce del 48,55%, dovuto a un aumento dei proventi operativi (pari al 3,03%) maggiore dell’aumento deicosti operativi (pari all’1,15%).
Il secondo risultato intermedio, l’EBIT normalizzato, mostra segno positivo in entrambi gli anni oggetto di analisi, registrando un incremento del 64,06% dal 2013al 2014. Tale incremento è dovuto agli altri ricavi e proventi provenienti dalla gestione extra-caratteristica (quali, in particolare, i ricavi derivanti dalla vendita dell’energiaelettrica prodotta dall’Ateneo con i pannelli fotovoltaici e i fitti attivi), pari a € 8.380.118 nel 2013 e a € 6.180.732 nel 2014.
Il saldo della gestione straordinaria, pari a € 20.669 nel 2013 e a -€ 299.814 nel 2014, concorre a determinare l’EBIT integrale pari a € 1.680.754 nel 2013 e a €2.423.773 nel 2014. La gestione finanziaria include il saldo degli interessi attivi e passivi, pari a -€ 594.626 nel 2013 e a -€ 675.632 nel 2014, e le rettifiche divalore delle attività finanziarie (le partecipazioni detenute dall’Ateneo), pari a € 248.874 nel 2013 e a € 72.941 nel 2014. Per quanto riguarda la gestione finanziaria, èutile precisare che gli interessi attivi sono maturati sui saldi attivi bancari, mentre gli interessi passivi riguardano due mutui contratti presso la Cassa Depositi e Prestitiper la realizzazione del parco fotovoltaico (durata residua del mutuo: anni 17) e per la realizzazione del II lotto – III stralcio delle residenze nel campus di Fisciano.Sia i proventi finanziari sia gli interessi passivi e gli altri oneri finanziari subiscono una contrazione dal 2013 al 2014, pari a 53,32% e 4,76%, rispettivamente. Pereffetto del saldo della gestione finanziaria, il reddito lordo ante-imposte è pari a € 1.335.002 nel 2013 e a € 1.820.981 nel 2014, rispettivamente pari allo 0,75% eallo 0,99% dei proventi operativi. Le imposte imputate per competenza economica ammontano a € 187.042 nel 2013 (lo 0,11% dei proventi operativi e il 14,01% delreddito ante imposte) e a € 212.725 (lo 0,12% dei proventi operativi e l’11,68% del reddito ante-imposte).
L’utile netto dell’esercizio è pari a € 1.147.960 nel 2013 (pari allo 0,65% dei proventi operativi) e a € 1.608.256 nel 2014 (pari allo 0,88% dei proventi operativi). Il Grafico 3 sintetizza il confronto temporale delle diverse configurazioni di risultato.

TABELLA 10 - STRUTTURA DI CE RICLASSIFICATO CON EVIDENZIAZIONE DEL MARGINE OPERATIVO NETTO E DELL’EBIT
Proventi operativi
-
Costi Operativi
=
Reddito operativo o della gestione caratteristica (margine operativo netto)
+
Saldo gestione extra-caratteristica
=
EBIT normalizzato
+
Saldo area straordinaria
=
EBIT integrale
+
Risultato gestione finanziaria
+
Rettifiche di valore di attività finanziarie
=
Reddito lordo o reddito ante-imposte
-
Imposte sul reddito
=
Reddito netto del periodo
TABELLA 11 - CONTO ECONOMICO UNICO DI ATENEO RICLASSIFICATO (ANNI 2013 E 2014)
Voci2013(a)% sul totale2014(b)% sul totaleDiff. % (b-a)/a
A) Proventi operativi177.493.801,21100,00%182.879.938,73100,00%3,03%
B) Costi operativi184.213.834,86103,79%186.337.083,14101,89%1,15%
Reddito operativo o della gestione caratteristica (margine operativo netto)-6.720.033,65-3,79%-3.457.144,41-1,89%48,55%
Altri ricavi e proventi (reddito gestione accessoria o extra-caratteristica)8.380.118,764,72%6.180.732,343,38%-26,25%
EBIT normalizzato1.660.085,110,94%2.723.587,931,49%64,06%
E) Proventi e oneri straordinari20.669,450,01%-299.814,74-0,16%-1.550,52%
EBIT integrale1.680.754,560,95%2.423.773,191,33%44,21%
C) Proventi e oneri finanziari-594.626,46-0,34%-675.732,94-0,37%-13,64%
D) Rettifiche di valore di attività finanziarie248.874,270,14%72.941,350,04%-70,69%
Reddito lordo (risultato prima delle imposte)1.335.002,370,75%1.820.981,600,99%36,40%
F) Imposte sul reddito dell'esercizio-187.042,00-0,11%-212.725,00-0,12%13,73%
Risultato netto dell'esercizio1.147.960,370,65%1.608.256,600,88%40,10%

Grafico 3 - CONFRONTO INTERTEMPORALE DEI RISULTATI INTERMEDI E DEL RISULTATO NETTO ANNI 2013/2014

grafico 3